A caccia di funghi in Trentino

non di sole "brise" vive il fungaiolo

Autunno. Una pioggia leggera bagna i rami dei pini che coprono le pendici del monte, l’unico rumore che si sente è il ticchettio delle gocce che cadono. Nel folto del bosco, una figura coperta da una giacca-vento verde scuro si china, le mani che frugano nel muschio umido. Un impercettibile sorriso sul volto, mentre il coltello veloce taglia e pulisce, taglia e pulisce.
“E stasera, risotto finferli e porcini!”

 
Autunno e andare per funghi in Trentino sono associati, per molti abitanti del luogo o turisti, in modo inseparabile. Esperti fungaioli o neofiti, in tanti decidono di dedicare anche intere giornate alla ricerca di questi tesori del bosco; ma attenzione, non esistono solo le “brise”, o porcini, e tante varietà non sono affatto commestibili; è buona regola, se non si è esperti, accompagnarsi a qualcuno che ne sa più di noi, o limitarsi a raccogliere le varietà che conosciamo con certezza. No, quel bel fungo rosso a puntini bianchi li non è commestibile!
 

funghi trentino alto adige

 
Molte varietà velenose però, anche in Trentino, non sono di così facile identificazione, e anzi posso assomigliare molto ai loro cugini commestibili: nel dubbio, meglio non raccogliere un fungo sospetto, o perlomeno, tenerlo separato dagli altri fino al momento in cui può essere identificato con certezza.
 
Esistono poi alcune regole che vanno rispettate: la legge prescrive che la raccolta può essere effettuata solo tra le 7 del mattino e le 7 di sera; un limite giornaliero per persona di massimo 2 chilogrammi (non applicabile se questo peso è raggiunto da un solo esemplare); infine, i funghi vanno tagliati e non strappati, almeno sommariamente puliti sul posto e trasportati in contenitori rigidi e traforati: queste ultime predisposizioni sono fatte per permettere alle spore di diffondersi senza impedimento.
Informatevi quindi sulle regole, e acquistate il permesso per la raccolta!
Per quanto riguarda l’abbigliamento, consigliamo un buon paio di scarponi, calzini e pantaloni lunghi, nonchè una giaccavento leggera in caso di piggia; un cestini rigido di vimini e coltellino.
 

trentino andare per funghi in trentino

 

Non rimane che augurarvi buona caccia!